Lamawaterjet » LAVORAZIONE LAMIERE ROMA » Cos’è nel dettaglio una lamiera
Cos’è nel dettaglio una lamiera2018-09-05T08:10:59+00:00

Cos’è nel dettaglio una lamiera

La lavorazione sofisticata delle lamiereLa lamiera è disponibile in pezzi piatti o strisce avvolte. Le bobine sono formate eseguendo un foglio continuo di metallo attraverso un rullo a rullo.

Nella maggior parte del mondo, lo spessore della lamiera è regolarmente specificato in millimetri. Negli Stati Uniti, lo spessore della lamiera è generalmente identificato da una tradizionale misura e non lineare, ovvero il calibro. Più il numero del misuratore è grande , più il metallo sarà sottile. Lamiera d’acciaio comunemente utilizzata varia da 30 gauge a circa 7 gauge. Il misuratore è differente tra i metalli ferrosi e quelli non ferrosi come il rame o l’alluminio; lo spessore del rame, ad esempio, viene misurato in once, ovvero il peso del rame racchiuso in uno spazio di un piede quadrato.

Lavorazione lamiere Roma: esistono diversi tipi di metalli

I metalli che possono essere trasformati in lamiera sono molti, tra questi troviamo il rame, l’alluminio, il titanio, l’ottone, l’acciaio, lo stagno e il nichel. Usati per scopi decorativi, i metalli particolari includono oro, argento e platino ( la lamiera di platino può essere usata come catalizzatore).

La lamiera, nella lavorazione delle lamiere a Roma, è utilizzata in costruzioni automobilistiche, camion, autocarri, ali e aeromobili, tavoli medici, tetti per edifici ed altri utilizzi. Le lamiere con elevata permeabilità magnetica, come il ferro o l’acciaio laminato, vengono lavorate macchine elettriche e in trasformatori. Abbiamo visto nel corso della storia come la lamiera fosse utilizzata per costruire armature di piastre indossate dalla cavalleria, e ancora oggi la lamiera continua ad essere utilizzata per scopi decorativi, anche a cavallo. Coloro che lavorano le lamiere vengono chiamati  anche come “bashers” (o “knockers stagno”), nome che deriva dalla martellatura delle cuciture del pannello durante l’installazione di tetti di stagno.

Caratteristiche della lamiera

Secondo la normativa UE con lamiera si intende un prodotto dalla superficie piana e rettangolare con una larghezza non minore di 600mm, che si ricava dal taglio di un nastro largo o di un nastro largo cesoiato.Tra le principali proprietà della lamiera abbiamo l’attitudine a diversi processi di saldatura e il fatto che tale materiale può essere utilizzato per rivestire di metallo un altro materiale per immersione a caldo o per via elettrolitica. Ma può anche essere anche utilizzata come rivestimento organico di altro genere. Una lamiera è  inoltre adatta alla verniciatura e si presenta agli occhi di chi la lavora con finitura lucida. Nel dettaglio la lamiera viene utilizzata nella carpenteria in generale, nelle parti costruttive della maggior parte degli elementi di arredo e di design e nella meccanica. Distinguiamo diversi tipo di lamiere tra cui quella laminata a caldo decapato particolarmente adatta a tutti i procedimenti di saldatura  e alla verniciatura ma che è priva di lucentezza metallica dato il colore grigio opaco. Anche in questo caso si usa nella carpenteria, nell’elettronica e in meccanica. In Lamawaterjet sono però disponibili anche altri tipi di lamiera grazie alla collaborazione con strutture in grado di assicurare standard qualitativi elevati e stabili nel tempo, in quanto utilizzare un’ottima material prima è garanzia di materiali e finiture di qualità.

Lavorazioni e tipi di rivestimenti della lamiera

Sulla lamiera è possibile eseguire diverse lavorazioni tra cui la cesoia tura, il taglio laser, la piegatura, la punzonatura, la saldatura e la calandratura ma in particolare la tecnologia utilizzata in Lamawaterjet permette il taglio ad acqua. Inoltre esistono vari rivestimenti per la lamiera, dalla zinca natura al ferro-zinco. Con zincanatura si intende un rivestimento ottenuto mediante immersione a caldo di nastri laminati a caldo, a freddo o decapati. Il ferro-zinco è invece un rivestimento che nasce dall’utilizzo di un trattamento che permette di depositare sulla lamiera uno strato di ferro-zinco. Vieni in Lamawaterjet per scoprire il trattamento e la lavorazione più adatta alle tue esigenze.

I tipi di finitura superficiale

Una volta rivestita la lamiera va rifinita mediante diversi processi che comprendono: la stellatura normale, la stellatura ridotta, il ferro-zinco (normale) e il rivestimento sottoposto a laminazione. Con la stellatura normale, ad esempio, il prodotto presenta una lucentezza metallica e si usa questa tecnica per una vasta gamma di impieghi. La causa è la formazione di cristalli di zinco durante la fase di solidificazione della lamiera. Nella stellatura ridotta, invece, si limita questa cristallizzazione dello zinco ottenendo uniformità dell’aspetto superficiale. Infine il leggero passaggio di laminazione dona alla superficie caratteristiche tecniche che la rendono idonea alla verniciatura decorativa.