Lamawaterjet » LAVORAZIONE LAMIERE ROMA » Gli utensili utilizzati nella lavorazione delle lamiere
Gli utensili utilizzati nella lavorazione delle lamiere2018-09-05T08:11:51+00:00

Gli utensili utilizzati nella lavorazione delle lamiere

Utensili lavorazione lamiereLa nostra azienda è specializzata in pratiche differenti a seconda delle tue necessità.

Spianatura Lamiere:
Effettuata per aumentare la superficie piana di una lamiera, è particolarmente indicata quando si vuole ottenere una superficie liscia e senza tensioni: infatti quando una lamiera subisce un taglio, piuttosto che una tranciatura o una profilatura, il prodotto presenterà delle imperfezioni e dei difetti visibili.
Per questo motivo si usano le spianatrici, macchinari che per mezzo di cilindri e rulli, riescono a riportare un livello di spessore e spianatura eccezionali.

Lucidatura Lamiere
Come nel caso della satinatura, la lucidatura nella lavorazione lamiere Roma, effettuata su acciaio inox, rende il metallo lucente ed è un ottimo prodotto contro l’ossidazione dello stesso: un processo di lucidatura abbellisce il metallo ed è usato sia per arredamenti di interni che di esterni che nel campo dell’industria alimentare.

Calandratura Lamiere
Quando si ha la necessità di dare una forma cilindrica ad una lamiera piana si usa la calandratura. La lamiera viene fatta passare attraverso dei rulli, i quali a seconda della loro posizione conferiscono alla lamiera stessa un particolare raggio di curvatura, ottenendo in questo modo forme cilindriche o coniche.

Diversi sono le tecniche applicate sui metalli nella lavorazione delle lamiere

Satinatura Lamiere
Effettuata su lamiere di tipo acciaio inox, attraverso un macchinario denominato ” Satinatrice” elimina difetti di taglio e dona quel particolare effetto opaco ed omogeneo al metallo: particolarmente indicato per gli arredi di interni

Sgrassatura Lamiere
La sgrassatura delle lamiere viene applicata con un particolare diluente quando si ha la necessità di decorare lo stesso o per particolari esigenze di saldatura: infatti applicando una sgrassatura sulla lamiera, si tolgono eventuali residui di grasso e macchie sulla stessa.

Saldatura Lamiere
La saldatura delle lamiere avviene quando si ha il bisogno di collegare tra loro 2 o più parti della lamiera stessa: può essere a tratto, continua o a punti

Stampaggio Lamiere
Lo stampaggio delle lamiere nella lavorazione delle stesse è necessario quando si vogliono ottenere laminati di forma convessa o concava ed ha bisogno di particolari stampi
il procedimento di stampaggio della lamiera attribuisce alla stessa una maggiore resistenza e rigidità.

Taglio Lamiere su misura
La lavorazione delle lamiere a Roma avviene attraverso diversi macchinari a seconda delle esigenze del cliente: taglio attraverso cesoie, taglio attraverso il waterjet o taglio con il laser od al plasma.

Per concludere

La Nostra Azienda vanta di un reparto altamente specializzato nel taglio e piegatura di lamiere, disponendo di un parco macchine, come cesoie e presso piegatrici, che ci permettono di operari su più spessori, fino a 12mm e lunghezze fino a 8000mm.
Disponiamo inoltre di un magazzino, nel quale possiamo contare, di moltissimi materiali con disponibilità immediata:

  • Lamiere Nere con spessori da 1,5mm a 10mm e lunghezze fino a a 6000mm, spessori maggiori in formato commeciale
  • Lamiere Zincate con spessori da 1mm a 3mm e lunghezze fino a 6000mm, spessori maggiori in formato commerciale
  • Acciaio Inox Grezzo satinato o lucido, con spessori da 1mm a 3mm in formati commerciali
  • Alluminio Grezzo preverniciato o anodizzato, con spessori da 1mm a 2mm in formati commerciali

Oltre alle sopracitate lavorazioni, offriamo un servizio di calandratura di lamiere lunghezza max 2000mm e spessore max 10mm e di centinatura e sgolatura di profili in ferro ed acciaio inox, tondi, quadri, rettangolari, vuoti o Le cesoie sono quei particolari utensili, atti al taglio di lamiere con spessore da 2-3 mm fino a 25-30mm.
Si presentano in varie forme a seconda dell’utilizzo e soprattutto dello spessore da tagliare

  • per i lamierini con uno spessore molto sottile si usano le cesoie a mano, che hanno la forma di una grande forbice, con le lame corte in relazione alla lunghezza dei manici, in modo da potere esercitare un’adeguata forza sulle lame.
  • per i lamierini di spessore maggiore si usa la cesoia da banco, che ha una lama fissa solidale col basamento ed una mobile azionata da una lunga leva che permette di effettuare uno sforzo più elevato rispetto a quello delle cesoie a mano. Se la cesoia è destinata al taglio di barre o profilati le lame possono avere un profilo opportunamente sagomato.
  • per lamiere di spessore più grosso si usano grandi macchine industriali, dette sia cesoie che cesoiatrici che trance, che sono mosse meccanicamente o idraulicamente. Le cesoie “a ghigliottina” si basano sullo stesso principio della cesoia da banco, e cioè una lama fissa ed una mobile, in questo caso scorrevole tra guide verticali.
    Gli spessori massimi tagliatili dalle macchine più grandi sono di 25–30 mm.