Lamawaterjet » LAVORAZIONE LAMIERE ROMA » La lavorazione delle lamiere in Rame
La lavorazione delle lamiere in Rame2018-09-05T08:23:44+00:00

La lavorazione della lamiera di rameLa lavorazione delle lamiere in Rame

Per la lavorazione delle lamiere a Roma utilizziamo lastre di rame premium e rame rifinito per una varietà di scopi, tra cui usi in arti e mestieri, banconi, bar tops, per cucine, hobbies, flash, miglioramento domestico, costruzione, schermatura, produzione, edilizia.
Offriamo utensili in rame, fogli di rame e fogli in rame in vari spessori e dimensioni. Per il settore dell’edilizia facciamo lampade in tondino di rame, caratteristiche architettoniche, presse, soffiatori per coperture, pannelli legati e altro ancora. Le lastre di metallo sono fornite a tutti i settori dell’industria, studi cinematografici, salute, istruzione, lavoro artigianale, gioielleria e pubblico. Vendiamo lenzuola, lenzuola complete e tagliate a misura.

Nella lavorazione delle lamiere il rame risponde perfettamente alle esigenze del mercato

Il foglio di rame è molto resistente alla corrosione e ha una vasta gamma di applicazioni a causa delle sue proprietà uniche. La lamiere di rame è facile da formarsi in forme complesse. Il rame invecchiato acquista una patina naturale verdeggiante naturale quando viene usata all’aperto che protegge il metallo da ulteriore corrosione.
Il foglio di rame è un buon conduttore di calore e il migliore conduttore di elettricità dopo l’argento.
Il rame può essere legato con stagno, zinco e piombo per formare una gamma di ottoni ciascuno con proprietà diverse. Con la tecnica del taglio e waterjet cutting potrai goderne di tutti i nuovi vantaggi.

Il rame è un metallo ecosostenibile!

Il rame è un metallo completamente riciclabile e verde e solo una frazione delle riserve terrestri sono state estratte, rendendo il rame perfetto per un mondo sostenibile.
Il rame ha proprietà antibatteriche naturali, la crescita dei batteri sulla superficie del foglio è notevolmente rallentata e c’è una densità di popolazione decisamente più bassa rispetto ai metalli tradizionali come l’acciaio inossidabile. Questo rende il rame una protezione aggiuntiva contro le infezioni. Il lamierino di rame può essere usato nelle cucine come superfici di lavoro, schienali a spruzzo, finiture, piastre di spinta e piatti calcio per esempio. Questa proprietà antibatterica del rame viene ora sfruttata con successo da NHS per ridurre le infezioni negli ospedali.

Il rame si presenta naturalmente come rame metallico nativo ed era noto ad alcune delle più antiche civiltà registrate. La storia dell’uso del rame risale al 9000 aC in Medio Oriente; un ciondolo di rame fu trovato nel nord dell’Iraq che risale al 8700 aC. L’evidenza suggerisce che l’oro e il ferro meteorico (ma non la fusione di ferro) erano gli unici metalli usati dall’uomo prima del rame. Si pensa che la storia della metallurgia di rame segua questa sequenza: in primo luogo, la lavorazione a freddo di rame nativo, poi l’annealing, la fusione e, infine, la fusione di cera persa. In Anatolia sudorientale, tutte e quattro di queste tecniche appaiono più o meno simultaneamente all’inizio del neolitico. 7500 aC

La fusione di rame è stata inventata in modo indipendente in diversi luoghi. Probabilmente è stato scoperto in Cina prima del 2800 aC, in America Centrale intorno al 600 dC e in Africa occidentale circa il IX o X secolo dC. Il casting degli investimenti è stato inventato nel 4500-4000 aC nell’Asia sudorientale e l’appartenenza al carbonio ha stabilito l’estrazione a Alderley Edge a Cheshire, Regno Unito, nel 2280-1890 aC. Ötzi l’Iceman, un maschio datato 3300-3200 aC, è stato trovato con un’ascia con una testa di rame 99,7% puro; Elevati livelli di arsenico nei suoi capelli suggeriscono un coinvolgimento nella fusione di rame. L’esperienza con il rame ha contribuito allo sviluppo di altri metalli; In particolare, la fusione di rame ha portato alla scoperta della fusione di ferro. La produzione nel vecchio complesso di rame in Michigan e Wisconsin è datata tra il 6000 e il 3000 aC.Il bronzo naturale, un tipo di rame ricavato da minerali ricchi di silicio, arsenico e (raramente) stagno, è entrato in uso generale nei Balcani intorno al 5500 aC.