Lamawaterjet » LAVORAZIONE LAMIERE ROMA » Lavorazione metalli Roma
Lavorazione metalli Roma2018-09-05T08:27:34+00:00

Lavorazione metalli Roma

Lavorazione metalli romaNel campo della lavorazione lamiere Roma Lamawaterjet si è specializzata anche nella lavorazione metalli a Roma, fornendo alle aziende clienti prodotti di alta qualità realizzati  ogni giorno con cura e passione per i dettagli. Come si svolge la lavorazione metalli a Roma?

Negli stabilimenti Lamawaterjet i nostri tecnici applicano entrambe le tecniche per la lavorazione dei metalli, che sono la lavorazione a caldo e la lavorazione a freddo. Con questi termini “a caldo” e “a freddo” non si indicano le temperature assolute del metallo lavorato ma un semplice valore che è dato dal rapporto tra la temperatura a cui viene lavorato il metallo e la temperatura di fusione dello stesso, indicandone quindi la vicinanza o meno sulla base dello stato attuale in cui si trova il metallo. Se abbiamo un numero inferiore a 0,3 la lavorazione viene detta “a freddo”, mentre se questo valore supera lo 0,6 viene definita “a caldo”. Per tutti i valori compresi tra 0,3 e 0,6 si usa il termine di lavorazione “a tiepido”. Facciamo qualche esempio concreto per capire meglio come avviene la lavorazione dei metalli a Roma in Lamawaterjet: fino a 200° l’acciaio si lavora  a freddo, ma nel caso del piombo una lavorazione che avviene a temperatura ambiente di 25° è già una lavorazione a caldo.

Vediamo ora quali sono le principali lavorazioni a caldo dei metalli, partendo dalla forgiatura o fucinatura. Il nome deriva dal termine fucina che è il luogo in cui si arroventa il metallo per renderlo deformabile e successivamente batterlo per ottenere la forma desiderata. Si tratta di una tecnica antichissima a cui oggi si preferisce lo stampaggio o fucinatura  a stampo. Dopo la fucinatura si taglia il metallo nella forma finale mediante la tranciatura, eliminandone le sbavature e limandolo a mano con la fase di finitura.

La fusione e le tecniche di lavorazione a freddo

La seconda tecnica di lavorazione a caldo è quella della fusione, utilizzata per creare oggetti dalle forme complesse e nella quale il metallo fuso viene utilizzato per riempire uno stampo. Una volta raffreddato si aprirà lo stampo e si finirà il metallo lavorato per eliminare le sbavature e smussare gli angoli. Si tratta di una tecnica di lavorazione dei metalli che viene utilizzata in modo particolare per creare rubinetti, maniglie, caffettiere e altri utensili di uso comune. Accanto alla lavorazione a caldo dei metalli abbiamo le tecniche di lavorazione a freddo che si applicano di solito a lamiere di acciaio o alluminio che vengono piegate o lavorate nella forma desiderata. Tra queste tecniche abbiamo l’imbutitura che permette di ottenere una forma concava da una lamiera piana mantenendo inalterato lo spessore originario. Tra tutte le operazioni di lavorazione dei metalli si tratta di quella che agisce maggiormente sulla lamiera in fase di deformazione della stessa e pertanto ha buon esito solo su lamiere di alta qualità. Tramite l’imbutitura si otterranno pentole, coperchi, parti della carrozzeria delle auto ma anche elementi esterni di elettrodomestici.

Per rifinire i metalli lavorati per fucinatura e fusione, ovvero a caldo ci si avvarrà poi delle seguenti macchine: tornio, alesatrice, fresatrice, strozzatrice, limatrice e piallatrice che permetteranno di avere un prodotto finito dalle caratteristiche desiderate.

Laminazione nella lavorazione delle lamiere a Roma con Lamawaterjet

La laminazione nella lavorazione dei metalli è quel processo meccanico che riduce le dimensioni di una lamina, in particolare lo spessore, con l’utilizzo di cilindri contrapposti che ruotano su di se per imprimere al materiale la forma desiderata.  Ad ogni passaggio i rulli si avvicinano per ridurre l’attrito generato dalla lavorazione che rischia, se troppo elevato, di rovinare il lavoro e dissipare energia. La tecnica è in uso dal 1783 e comprende diverse tipologie tra cui la laminazione a caldo, la laminazione a freddo e la laminazione di forma.  La lavorazione del prodotto che arriva dalla fonderia per trasformarlo in prodotto finito prevede più fasi, dalla sbozzatura dei semilavorati alla laminazione per poi passare alla semifinitura e infine alla finitura vera e propria.

La roditura nella lavorazione dei metalli

Anche la roditura è un processo di lavorazione meccanica utilizzato sui metalli e in particolare sulle lamere per indebolire una determinata area del materiale fino a causarne la rottura. La roditura si esegue con una cesoia roditrice e mediante una macchina a controllo numerico che viene impiegata per realizzare tanti fori non sovrapposti ma vicini al punto da creare una linea di taglio retta o curvilinea. Per quanto possa assomigliare alla punzonatura, si tratta invece di una tecnica ben diversa che si può applicare anche a lamiere davvero spesse grazie all’utilizzo di una fiamma ossi-acetilenica, di plasma e del laser.