Lamawaterjet » TAGLIO AD ACQUA » Sega ad acqua
Sega ad acqua2018-09-05T07:42:45+00:00

Sega ad acqua

Sega ad acqua Tra le varie tecniche per effettuare un taglio ad acqua abbiamo la possibilità di utilizzare una sega ad acqua che sfrutta sempre il concetto del sistema di taglio a getto d’acqua. Vediamo come funziona. Inizialmente una pompa ad altissima pressione dà vita a un getto d’acqua con pressione che può raggiungere i 6.480 bar. Per darvi un’idea della forza sappiate che una manichetta antincendio viene realizzata con una pressione compresa tra i 20 e gli 84 bar. Una volta generata la pressione questa viene convertita in velocità grazie ad un orifizio molto piccolo di uscita con pietre preziose che crea un getto d’acqua molto sottile: questo getto permetterà il taglio dei materiali più morbidi. Come si aumenta dunque la pressione per permettere il taglio dei materiali duri? Come per la sega ad acqua per aumentare la potenza di taglio il procedimento consiste nell’inserire  nel getto d’acqua supersonico della sabbia di granato che esce dalla testa di taglio ad una velocità davvero elevata, superiore di ben quattro volte superiore alla velocità del suono. Il risultato? Un getto d’acqua capace di tagliare nel massimo dettaglio una lastra d’acciaio di dimensioni superiori ai 30 cm.

Chi lavora con una sega ad acqua sa che esistono due tipi di getto d’acqua: quello puro e quello abrasivo. Due getti pensati per tagliare qualsiasi materiale, forma e spessore. Ecco quindi come si utilizzerà la sega ad acqua con getto d’acqua pura per tagliare i materiali morbidi come plastica, carta, pannolini ma anche lastre di cemento, interni per auto, tappeti e alimenti. Il getto d’acqua abrasivo, che contiene invece nella testa del granito abrasivo, permette di tagliare tutti i metalli duri dal metallo alla pietra, dalla ceramica al vetro ai materiali compositi. Ma un vero sistema a getto d’acqua non  è dato solo da acqua pressurizzata e sabbia in quanto il sistema di taglio della sega ad acqua comprende diversi elementi così come le macchine per il taglio ad acqua che sono formate dalla macchina stessa (testa di taglio e piano di supporto) e da un sistema di controllo o software di programmazione per regolare velocità e posizione, che viene azionato dall’operatore per ottenere tagli ad acqua precisi e efficaci.

Caratteristiche della sega ad acqua o clipper

La sega ad acqua o clipper è oggi una macchina usata soprattutto da chi si occupa del taglio delle piastrelle per la modalità di utilizzo più sicura del flessibile portatile, anche se, come nel caso della sega circolare, è bene che il suo utiilzzo venga riservato a persone esperte. Segare ad acqua permette di tagliare tutti i materiali comunemente indicati nel libretto di istruzioni, dai zoccoletti e marmi fino alle piastrelle in ceramica: importante che abbiano le dimensioni compatibili con il piano di taglio della macchina per quanto riguarda lunghezze, profondità di taglio e dimensioni del piano di taglio. Nel caso della segatrice ad acqua avremo, come visto sopra, una macchina costituita da testa di taglio, piano di taglio, vasca raccolta acqua e telaio di sostegno. Nel dettaglio troveremo la testa di taglio montata su una guida di scorrimento che ne permette la traslazione e i movimenti verticali ma anche con inclinazione a 45°.

Continuando l’analisi dello strumento troviamo la pompa ad acqua ad immersione che è montata su una staffa sotto il piano di taglio e serve ad alimentare un distributore d’acqua che raffredderà il disco nel suo funzionamento. Nella maniglia si trova poi l’interruttore, comodamente azionabile dall’operatore e studiato per arrestare rapidamente la macchina in  caso di emergenza.

Come scegliere la segatrice per un perfetto taglio ad acqua

Un buon piastrellista sa che per tagliare le piastrelle ad acqua è necessario utilizzare una macchina robusta ma soprattutto stabile. Ma come assicurarsi che il prodotto individuato rispecchi davvero queste caratteristiche? Il nostro consiglio per gli addetti ai lavori è quello di muovere la struttura e osservare il livello di oscillazione e come si comportano le varie componenti: se la macchina non risulta stabile quando è posizionata in negozio difficilmente lo sarà in cantiere e durante la lavorazione del materiale, perdendo così precisione di taglio. Infatti tutti i giochi presenti nella macchina nuova aumenteranno nel giro di pochi mesi.

L’importanza del disco diamantato

Un altro elemento da verificare con attenzione nella scelta della segatrice ad acqua è il disco diamantato che se è di bassa qualità comprometterà il funzionamento di tutto la macchina e in particolare della taglierina, danneggiando la macchina stessa. Un disco che non taglia porterà a forzare il taglio o a realizzare un taglio storto, che si attribuirà erroneamente all’uso della segatrice ad acqua. Se poi il pezzo di bassa qualità è montato su una sega elettrica ne risulteranno danneggiati anche il motore e la trasmissione. Credete, meglio investire da subito su una segatrice ad acqua con un buon disco diamantato per evitare di spendere di più per la sua sostituzione.