Laser per taglio

Laser da taglioLamawaterjet è specializzata nella lavorazione delle lamiere con laser da taglio o, come si dice, laser per taglio. Si tratta di un processo che utilizza un fascio di radiazioni EM, che vengono focalizzate sulla superficie della lamiera da lavorare e tagliare che, scaldandosi, raggiunge il punto di fusione. Contemporaneamente la macchina del laser da taglio emette un flusso di gas che, grazie a una spinta fluidodinamica intensa, allontana il materiale fuso generando, così, il solco di taglio nella lamiera.

Via via che si procede con la lavorazione, il laser per taglio viene movimentato lungo la superficie disegnando il percorso di taglio desiderato.

Laser da taglio: diverse lavorazioni a seconda del gas impiegato

Quando si lavora la carpenteria con il taglio laser sono disponibili diverse tecniche e tipologia di lavorazioni, a seconda del gas che viene impiegato. In particolare possiamo distinguere tra:

  • Taglio laser con gas inerte: quando il gas è utilizzato solamente per allontanare il materiale dal solco di taglio. In questo caso si usano azoto, argon ed elio, che sono sostante inerti rispetto al materiale tagliato e permettono di ottenere un risultato finale di buona qualità;
  • Taglio assistito ossigeno: nel laser da taglio si può anche usare l’ossigeno, che reagirà con il metallo lavorato producendo un ossido metallico. Il risultato è una lavorazione più veloce grazie all’energia aggiuntiva generata, che va ad aggiungersi a quella del fascio laser. Questa tecnica è usata per lavorare lamiere e superfici più spesse ed irregolari.

Laser per taglio: tecniche di lavorazione sulla base della sorgente

Oltre che per la tipologia di gas impiegato, si può usare il laser da taglio anche in lavorazioni che variano sulla base della sorgente e, in tal caso, possiamo distinguere tra:

  • Laser per taglio CO2: si tratta di un laser a gas basato su una miscela di biossido di carbonio a cui si applica una carica elettrica e questa tecnica permette di assicurare un taglio eccellente anche su lamiere ad alto spessore e acciai legati;
  • Laser per taglio a fibra: il raggio, in questa tecnica, viene generato da un laser seed e amplificato da fibre di vetro e tra i vantaggi che offre ci sono una maggiore efficienza, velocità e la possibilità di tagliare anche metalli non conduttivi come ottone e rame;
  • Taglio laser a diodo: si tratta di una macchina per il taglio laser che combina i vantaggi delle tue tecniche precedenti e, in aggiunta, garantisce consumi energetici più bassi e maggiori capacitò di taglio. A livello qualitativo, una lamiera lavorata con il taglio laser a diodo ha la stessa qualità di quella tagliata con il laser CO2.

Il taglio laser 2D

Procediamo questo approfondimento sul tema del taglio laser parlando di taglio laser 2D, che viene utilizzato prevalentemente per ottenere fogli sagomati da fogli di lamiera piana. Si usa questa tecnica in tutti i settori industriali che prevedono varie fasi di taglio e successivamente i processi di piegatura, stampaggio o imbutitura.

I macchinari che utilizzano il taglio laser 2D lavorano su 3 assi, x, y e z per muovere l’oscillatore e possono essere dotate di sistemi di caricamento automatici, in modo da migliorare la produttività data la semplicità dei semilavorati di partenza, che consistono in fogli di lamiera di vario spessore.

Taglio laser 3D

Oltre al taglio laser 2D è molto diffuso il taglio laser 3D che permette di lavorare le lamiere anche dopo le fasi di piegatura, stampaggio e imbutitura, ovvero quando presentano una struttura tridimensionale. Per questi motivi questa tecnica di taglio laser è particolarmente apprezzata in settori in cui la fase di taglio segue una fase di deformazione della lamiera, come avviene nel settore dell’automotive o in quello aerospaziale.

Lavorare un materiale tridimensionale richiede, inoltre, una maggiore complessità tecnologica e queste macchine lavorano pertanto su 6 assi oppure ci si avvale di appositi robot.

Il taglio dei tubi con il laser

Un’ultima, ma non meno importante, applicazione del taglio con il laser è il taglio e la lavorazione dei tubi che vengono serrati in un mandrino, proprio come si fa in caso di tornitura per assicurare uno spostamento assiale dell’oscillatore. In questo caso bisogna prestare molta attenzione alle potenze impiegate, che devono essere adatte allo spessore e al diametro del tubo per non danneggiare la sua struttura.